shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00 
View Cart Check Out

Rassegna stampa

Comunicati, notizie e match report

X° EDITORIALE – CALCIO POPOLARE batte CALCIO MODERNO 3 a 0 GRAZIE A TUTTI

Proprio così cari amici!!!!!

In data 30 maggio 2015, presso il “sintetico di Loseto”. si è svolta la finale di Coppa di Terza Categoria, una finale che ha visto trionfare i veri e sani valori dello sport: PASSIONE, TIFO e AGGREGAZIONE.

Queste tre semplici parole riassumono in modo perfetto quello che è il calcio che ci piace, quello che vince sempre, al di là del risultato.

Come ben saprete, sul campo l’Ideale ha ceduto il passo al corsaro Borgorosso Molfetta, più bravo a sfruttare le occasioni a suo favore e a non farsi intimorire dall’ansia da prestazione e dalla tensione.

Ma oggi quello del risultato è stato l’ultimo, se non l’unico, dei problemi.

Quello che veramente ci interessava era dimostrare, ancora una volta, che QUESTA BELLISSIMA CITTA’ ha tanto da dare in senso di valori e di civiltà, e che una partita inutile di terza categoria potesse richiamare l’attenzione di oltre 200 persone. Ebbene sì, anche questa volta, dopo la bellissima esperienza della semifinale, i gradoni sono stati “colorati” da tanta gente accorsa a supportare il nostro club, che sicuramente non sarà la Juve o il Barcellona, ma che ha uno staff e un collettivo che non hanno nulla da invidiare a nessuna di queste due squadre.

Partiamo dal principio: il lunedì dopo la semifinale non c’è manco il tempo materiale per festeggiare la grande giornata di domenica, un giorno storico per noi e per la nostra città.
Fin da subito, infatti, il buon Simino deve adoperarsi per creare la nuova locandina: dopo il successo di quella della semifinale, toccherà ancora una volta a lui svolgere questo compito e ancora una volta non ci deluderà.

Capitolo birre: nel match con il Sannicandro erano bastate 28 casse di Peroni, ma per questa finale si registra il nuovo record stagionale, cioè 31 casse, per la bellezza di 744 birre scolate in sole 3 ore.

La settimana scorre davvero veloce tra volantinaggio, allenamenti e riunioni: ci saranno anche da accogliere i ragazzi tedeschi della Lokomotive Lipsia, venuti a Bari per questa partita e a cui va il nostro più sentito ringraziamento, sia per la presenza, considerando i tanti chilometri che dividono le nostre città, sia per la TARGA di AUGURIO per i nostri 3 anni, consegnataci la sera dopo la partita in segno di rispetto per il nostro IDEALE e per lo striscione “dedicato” in semifinale, oltre che per l’amicizia che ci lega.

Arriviamo al giorno della partita e siamo tutti un pò tesi: le gradinate iniziano a gremirsi poco prima dell’inizio con donne, bambini, parenti dei giocatori, amici, operai, disoccupati, gente di tutti i ceti sociali e tanti ragazzi dei gruppi della Nord di Bari che, come sempre, ci teniamo a ringraziare per la vicinanza al nostro progetto.

Ringraziamo anche i ragazzi di Andria, Gravina, Mola e Spinazzola per la presenza e per la sensibilità verso quello che stiamo cercando di creare: apprezziamo chiunque abbia macinato kilometri per “onorare” questa giornata.

La piccola tribunetta adiacente al rettangolo di gioco è stracolma di gente. Si respira a fatica tra torce, cori e la tanta passione che accomuna i presenti, vogliosi di spingere il nostro IDEALE alla vittoria.

I cori sono possenti e, anche se spesso non partecipano tutti, gli spalti sono così vicino al terreno di gioco che sembrerà di essere dentro al rettangolo verde con i 22 in campo.

Alla fine il risultato ci sarà sfavorevole: molti dei nostri giocatori si avvicinano in lacrime sotto il settore indossando una maglietta dedicata a NOI. Sapevamo bene quanto era sentita da tutti noi la partita, ma abbiamo più volte ribadito loro di non preoccuparsi del risultato, in quanto è stato bellissimo soffrire e lottare insieme a loro…perché ragazzi non dimenticamelo mai, NOI E VOI SIAMO UNA COSA SOLA!!!!!!!!!

Ringraziamo anche tutto lo staff del Borgorosso Molfetta. I giocatori avversari, infatti, al fischio finale, anziché festeggiare la loro vittoria, sono venuti subito sotto di noi inginocchiandosi tutti insieme verso il settore per lo spettacolo offerto e per la correttezza mostrata in campo e fuori. In un mondo come il nostro è facile rovinare le feste a causa di un risultato negativo, ma ripetiamo la storia insegna, come questa volta, che le cose possono andare diversamente, che un calcio migliore è possibile, anzi forse che UN ALTRO CALCIO E’ NECESSARIO.

Alla fine è un trionfo di cori goliardici e abbracci con tutti i nostri giocatori per festeggiare la VITTORIA DEL CALCIO POPOLARE su un calcio moderno di cui rimangono solo gli scandali della FIFA per corruzione e la tanta tristezza della repressione che lo domina.
Abbiamo spesso sentito parlare in diversi salotti televisivi del concetto di “repressione”: una bella parola che premia chi la dice e piace a chi l’ascolta, ma di cui pochi sanno il vero significato.

Qualcuno pensa infatti che la soluzione sia l’inibire lo stadio a tutte le persone facenti parte del tifo organizzato, anche se ciò è contrario ad ogni diritto; quindi per carità, risparmiateci la paternale e pensate a fare il vostro mestiere, perché quello del pallone è un mondo che, se veramente non conoscete, è meglio non semplificare: placate la vostra “sete morale” altrove!!!!!!!!

Permetteteci un piccolo off topic: alle 13 di sabato c’era anche la finale play-out Messina- Reggina, a cui i nostri fratelli di Reggio non hanno potuto partecipare a causa delle 23 diffide inventate e soprattutto mirate a sterminare il movimento ultras nella città calabrese: a tutti loro va il nostro più grande abbraccio affinché non mollino MAI, coscienti del fatto che i nostri fratelli ritorneranno più forti di prima, come hanno sempre fatto e dimostrato.
In ultimo, vogliamo ringraziare tutti coloro i quali ci sono stati vicini in questo percorso: siete voi la nostra più grande vittoria!!!!!!!!
Innanzitutto, un arrivederci a Mirko Milella, nostro tesserato infortunatosi in campionato e sempre accanto a noi in questi mesi!!!

Un grazie va quindi all’avvocato De Candia, a Segio che ci supporta da Bologna, a Marco che viene da Canosa, Enzone da Ginosa, Enricone, Angelo, Giorgio, Nicola e Valentino….

Nota al merito va al nostro amato “Koki” che pensava di farci una sorpresa arrivando, direttamente dalla Turchia, al secondo tempo per depistarci tutti. Anche se hai negato fino all’ultimo, eravamo certi che saresti venuto, in quanto sappiamo quanto ci tieni a questo progetto e che avresti speso pure 10.000 euro per essere con NOI!!!!!! Questo ovviamente non toglie il fatto che in 3 mesi senza di te abbiamo fatto 7 vittorie e un pareggio e che, quindi, a conti fatti porti davvero sfiga….ma vabbé…chissenefrega!!!!!!!!!!!

Un abbraccio anche a Dario che è venuto appositamente da Prato per la partita: è stato un piacere avere la tua presenza in quella che era, è e sarà sempre LA TUA CASA.

Infine, l’ultimo doveroso ringraziamento va ai ragazzi tedeschi dei BLUE SIDE della Lokomotive Lipsia. Presto ricambieremo la visita, consci che tra noi e voi si è creata una bella amicizia, coronata da serate alcoliche e giornate a mare dove abbiamo sclerato davvero parecchio insieme.

Vogliamo postare il loro biglietto aereo in questo editoriale come merito per quello che hanno fatto per NOI…grazie davvero ragazzi!!!!!!!!

Infine, un’ultima cosa: vorremmo coronare questa splendida stagione con una festa di fine anno dove poter continuare a fare aggregazione per poter l’anno prossimo continuare a SOSTENERE IL NOSTRO IDEALE!!!!!!!!

Presto vi informeremo sulle modalità di partecipazione e di tutto il resto…il calcio popolare ha già vinto e noi siamo fieri di questo…..

PER IL NOSTRO IDEALE
PER IL CALCIO POPOLARE

11393278_488808631294863_1366026204247018167_n

Leave a Reply