shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00 
View Cart Check Out

Rassegna stampa

Comunicati, notizie e match report

V° EDITORIALE – Il fallimento del sistema

Cari amici,
ci ritroviamo,come di consueto da un pò di tempo a questa parte, a parlare degli ultimi incandescenti avvenimenti che hanno riempito le ultime due settimane DEL SISTEMA GIOCO CALCIO….già…perché oramai definirlo semplicemente “un gioco” è pura utopia.

Sembra incredibile ma ne sono successe di tutti i colori in soli 15 giorni:
dallo scandalo dei giocatori della Roma a rapporto dagli ultras al termine della partita di Coppa Italia persa contro la Fiorentina (tutti abbiamo il diritto di manifestare dissenso nei confronti di uno spettacolo indecente dato che la squadra è della città e di padre in figlio, da generazioni su quei gradoni, vengono tramandati colori e tradizioni, rappresentando lo stile e i valori che vanno assolutamente rispettati), alla partita Savoia – Matera “per solo abbonati”, fino ad arrivare all’esposto della Federbet che denuncia la bellezza di sei partite truccate durante questo campionato di Lega Pro.

Chapeau Signori!!!!!!!!!

Tempo fa vi invitavamo a riflettere su ciò che il calcio moderno fosse diventato e oggi vogliamo farvi aprire ancora di più gli occhi.
Ribadiamo con fermezza che IL CALCIO E’ DEL POPOLO ed è uno sport dove la gente cerca di costruire qualcosa di grande insieme agli undici ragazzi che corrono in campo…I giocatori rappresentano il nome della città per cui giocano, e su questo punto ci vogliamo soffermare con attenzione : portano sulle loro maglie uno stemma che va onorato e devono quindi sudare e impegnarsi soprattutto per questo.
Quando le cose non vanno bene in campo, ci si è spesso trovati a vedere queste “contestazioni” ,dove puntualmente,i giocatori vengono chiamati sotto la curva “a parlare” : ecco che,ancora più puntualmente,arrivano i giudizi dei benpensanti, che condannano questi gesti,additando gli ultras come teppisti e processando con parole argute questi “criminali incappucciati” colpevoli di redarguire una squadra che non lotta per la città….forse con tutti i problemi che ci sono in Italia,non ci accorgiamo che stiamo un pò esagerando.

Se crediamo di vivere in un paese democratico dove ognuno è libero di esprimere la propria opinione questa non è LIBERTA‘. Sembra l’ennesimo tentativo di allontanare i tifosi dal rettangolo di gioco,rendendoli manichini a cui viene imposto di guardare la partita silenziosamente seduti,accettando come veri e propri clienti/consumatori il prodotto già confezionato.

Noi non accetteremo quello che loro ci vogliono propinare!!!

Ci teniamo a ricordare che i confronti con questa “pericolosa gente” sono avvenuti anche all’estero, nelle città di Stoccarda e Dortmund, ma ci pare che i media esteri l’ abbiano presa in maniera più leggera,cercando di capirne i motivi e non allarmandosi come uno spauracchio di chissà quale guerra.

Ricordiamo bene i casi eclatanti di Genoa – Siena e Vicenza – Empoli dove gli unici a pagare,ancora una volta,sono stati gli ultras. La soluzione? Il divieto di trasferta: vietate le trasferte ai pescaresi per i disordini di Latina,ai baresi a Terni per quelli di Pescara(quest’ultimo addirittura annunciato in diretta tv da Paparesta in anteprima all’Osservatorio), stadio per soli abbonati a Bergamo e Torre Annunziata, etc.

Insomma la sottoscrizione della tessera del tifoso NON SERVE A NULLA: tanto,quando vogliono,giocano anche a porte chiuse e ti diffidano pure se provi a vedere la partita dal balcone….per noi questa si chiama LIMITAZIONE DI LIBERTA’. Non è chiudendo le curve o gli stadi interi che si risolvono i problemi!!!

A tutto questo si aggiunge la notizia dei sospetti di combine da parte della FEDERBET,che denuncia in un vero proprio esposto alla procura di Busto Arsizio, il flusso anomalo di giocate su partite con quotazioni troppo basse per risultati improbabili che poi si sono miracolosamente verificati: sono invischiate Pro Patria in primis,Como,Monza,Sassari Torres,Albinoleffe,Martina Franca e Barletta….

L’opinione pubblica si scandalizza per i confronti sotto le curve e poi tralascia delle ingiustizie come i divieti di trasferte e il calcioscommesse: questo è oggi il calcio in Italia.

I mass media non dicono la verità e molto spesso infangano,come hanno fatto in occasione di Pescara – Bari, inventando la notizia di un assalto da parte di alcuni supporters baresi ad una bancarella di sciarpe sita lungo la strada per lo stadio; ci teniamo ad esprimere il nostro pieno disdegno verso questi GIORNALAI e verso coloro i quali permettono a questa gente di scrivere.

Menomale che tra pochi giorni si ricomincia con il nostro IDEALE, con il campo polveroso di Sammichele, con l’odore acre dei nostri fumogeni, con i nostri cori che rimbombano nelle nostre case in attesa di vedere quel rettangolo verde che per voi non avrà nulla di speciale…..ma che per NOI è VITA……..

Leave a Reply