shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00 
View Cart Check Out

Rassegna stampa

Comunicati, notizie e match report

IV EDITORIALE – IV ANNO FAME DI CALCIO , FAME DI PASSIONE

IV EDITORIALE – IV ANNO
FAME DI CALCIO , FAME DI PASSIONE

Cari amici,
ci ritroviamo dopo diverso tempo, come sempre, a commentare le ultime vicissitudini del mondo del calcio.

Cominciamo stendendo un velo pietoso sul probabile fallimento del Vicenza Calcio. Infatti, la mitica “Lanerossi“, fondata nel lontano 1902, è stata messa in mora da 5 giocatori che non percepiscono gli stipendi da oltre 5 mesi. Di conseguenza, la società stessa ha divulgato un comunicato dove esenta ogni giocatore da qualsiasi obbligo di allenamento, facendo intendere che i pagamenti promessi non verranno probabilmente onorati. E’ sempre più concreto, quindi, il rischio che la squadra dal glorioso passato possa inesorabilmente finire anzitempo il proprio campionato. Ricordiamo tutti con emozione la finale di Coppa Italia vinta contro il Napoli, da cui scaturì la grande avventura in Coppa delle Coppe, in cui il Vicenza fu fermato soltanto in finale, da un grande Chelsea. Come dimenticare, inoltre, l’incredibile secondo posto del campionato 77/78, nel quale i biancorossi, nelle cui fila giocava il grande Paolo Rossi, da neopromossi, son arrivati ad un passo dalla Juventus.

Era capitato già al Modena qualche mese fa. Anche in quella occasione a pagare erano stati sempre e soltanto i TIFOSI, usurpati di una storia ultracentenaria fatta di amore e passione per dei colori che non rappresentano soltanto una città, ma una comunità intera.

Nel frattempo, dopo la mancata qualificazione ai campionati del mondo di Russia 2018, con i conseguenti mancati introiti che ne conseguono, ecco spuntare le relazioni finali delle indagini del Comitato Antimafia, che forniscono un quadro inquietante delle curve italiane. Secondo il Comitato, la forza di intimidazione delle tifoserie all’interno degli stadi, e più in generale nel territorio, è spesso esercitata con modalità che riproducono il metodo mafioso, vendendo a creare, quindi, un’osmosi tra curve e clan. La soluzione al problema? inasprire i controlli, introducendo DASPO più lunghi, e prevedere la costruzione di celle temporanee negli impianti di gioco, come avviene nel Regno Unito.

REPRESSIONE ,REPRESSIONE e ancora REPRESSIONE. Unica risposta che conoscono, unica stupida arma che credono di avere per risolvere il problema.

A noi, sinceramente, viene un pò da ridere. Partendo dal presupposto che l’ultras, a differenza di chi governa, si prende sempre carico delle proprie responsabilità PAGANDO, a noi questo sembra più un giochetto per catalizzare l’attenzione della gente – anche attraverso i mass media – su questioni, seppur discutibili, di scarsa rilevanza a fronte dei veri e profondi problemi che attanagliano il nostro paese.

Ma torniamo finalmente a parlare dei nostri 11 ULTRAS in campo che, dopo la sosta natalizia, sono tornati in campo nell’insidiosa trasferta di Maruggio. E’ stata una partita davvero dura, sbloccata solo a 10 minuti dal termine, grazie alla forza di volontà di questi ragazzi, che ha fatto esplodere il folto gruppo presente nella bella tribuna del paese tarantino.

Il girone di andata è così quasi giunto al termine e si concluderà domenica con la sfida in casa contro il Latiano. Inutile dire che, d’ora in poi, ogni partita sarà determinante per il prosieguo di questo campionato, fino ad ora già emozionante, e che ci vede assiepati al secondo posto a quattro punti dalla vetta .

Sicuramente ci aspettano partite durissime, ma siamo sicuri che, con l’aiuto di tutti, sia in campo che fuori, saremo in grado di fare grandi cose, sudando la maglia e cantando a squarciagola; a proposito di questo, a causa della mancata omologazione del campo di Palese, giocheremo le prossime partite in casa sul campo di Bitetto, poco distante da Bari e facilmente raggiungibile. Anche se speriamo presto di tornare a giocare a casa nostra, tutti dovremo fare quest’altro sforzo, sicuri che prima o poi la situazione si sbloccherà e potremo tornare a riempire gli spalti del Lovero .

Come già detto, domenica alle 17 affronteremo una sfida importante se non decisiva. Inutile ribadire che serve l’apporto, a livello sia di presenza che di voce, da parte di tutti quelli che credono che UN ALTRO CALCIO E’ POSSIBILE…quindi vi aspettiamo numerosi e rumorosi per continuare a scrivere un’altra pagina di questa favola INSIEME ….per una città che ha fame di passione e di calcio….

TUTTI A BITETTO!!! AVANTI IDEALE

Leave a Reply